Ce site utilise des cookies, petits fichiers enregistrés sur votre terminal lors de votre visite. Vous pouvez accepter ou refuser leur dépôt.
Si vous changez de page sur ce site, le responsable du site pourra recueillir des statistiques de visites anonymes pour améliorer la navigation. En savor plus

La Giura 2020

 

 

Jean Michel TAVERNIER

2018 juge alain

Ho scoperto la fotografia intorno ai 17 anni e da allora ho spesso una reflex non lontano dal mio bagaglio.
La foto, al di là della sua tecnica, è un modo per conservare e valorizzare il bellissimo momento. Può essere bello semplicemente o bello a causa del momento o dell'emozione che ci guida. A ciascuno i suoi criteri!
Negli anni '90, ho fatto l'editing delle diapositive con alcuni risultati a mio merito. Dalla transizione al digitale, le possibilità creative sono notevolmente estese e oltre la fotografia stessa. Richiedono più requisiti nel loro sviluppo e in particolare:
    * - * Una riflessione sulla scelta del soggetto, la storia da raccontare,
    * - * Scegli l'angolazione dello scenario
    * - * Essere selettivi nella scelta delle sue immagini,
    * - * Scegli musica, testi, effetti sonori
    * - * Opzionalmente selezionare i videoclip.
Ma l'esercizio non dovrebbe fermarsi qui. Può e deve diventare collettivo con la sua condivisione. Deve nutrirsi di critici che faranno un passo avanti senza negare la scelta dello scenario.
La scoperta della versione digitale della presentazione è stata per me una rivelazione. Mi sono immerso in esso con l'aiuto di Club Photo - Clic Triel.
Inoltre, dal mio primo anno, ho partecipato al gala club dove sono arrivato secondo con una presentazione su Pierre LOTI, e l'anno successivo sono stato classificato secondo con una presentazione sulla mia percezione della guerra 14-18 - Mormori della terra.
La partecipazione alla giuria di questa nuova edizione della Light Cup 2020 mi darà l'opportunità di immergermi un po 'di più in questo ambiente creativo.
È una grande opportunità per scoprire nuove creazioni di diverse sensibilità e dare una dimensione umana a questo esercizio incontrando e condividendo una giuria e con i creatori.
Grazie per il lavoro e l'audacia degli autori che parteciperanno alla Light Cup 2020. Oltre a questa opportunità di incontro e condivisione, contribuiscono alla promozione della disciplina.

 

 

 

So PAUGAM

Sophie PAUGAM
Lavoro nella regione parigina da 25 anni, ma rimango cuore bretone.
Nel mio lavoro, mi occupo di organizzare, pilotare progetti di test del software e team di ingegneri. Sono sensibile ai dettagli e alla perfezione nei supporti AV per distorsione professionale?
Ho scoperto AV 7 anni fa. Lavoro in modo indipendente, aiutato dalla mia rete personale e dalla mia rete Internet: Objectif Diaporama. Sono un animatore e incontro persone premurose che mi hanno portato la conoscenza e mi hanno portato un'analisi sincera e imparziale. I festival AV mi hanno permesso di incontrarmi molto bene e di progredire di nuovo.
Ho 2 centri di interesse: musica (chitarrista e flautista) e fotografia. All'incontro del 2: l'audiovisivo. I miei vicini probabilmente preferiscono il diaporamista! Fa meno rumore ...
L'AV è per me un hobby amatoriale (l'amore da fare) che è diventato una passione: passione da fare, ma altrettanto, passione per analizzare il modo di fare gli altri, per piacere personale, ma anche per imparare, ed essere in grado di consigliare gli altri in cambio.
Cos'è un AV di successo per me? Un montaggio che apre una finestra più artistica della mia vita quotidiana. Un montaggio che mi fa sognare, viaggiare, che mi commuove, mi fa pensare o un montaggio con il quale scopro e imparo.
Essere nella giuria di The Light Cup sarà per me un'avventura emozionante!

 

Georges BOROWICZ

 

Georges BOROWSono stato innamorato dell'immagine animata sin dalla mia prima infanzia.
A 22 anni ho acquisito il mio primo riflesso "Zenith" e si è unito alla "Société Photographique de VALENCIENNES" che ha organizzato un concorso internazionale molto aperto al quale hanno partecipato fotografi di tutto il mondo.
Dopo trent'anni di pratica della proiezione di diapositive d'argento con 2 e poi 3 proiettori, lo ero conquistato molto rapidamente dalla presentazione digitale che pratico da quasi 20 anni.
Dal 1982 sono membro dell'ASCAP Poissy Photo Club di cui sono Tesoriere, Segretario e Trainer.
La presentazione ha un ruolo centrale e una competizione stimola la creatività alla fine dell'anno.
Da allora sono passato anche al video, ma il montaggio di immagini audiovisive rimane la mia attività principale e la mia passione, passione che ho la possibilità di condividere anche con mia moglie.
Ma apprezziamo e scambiamo molto anche sui molti e diversi risultati dei nostri college di presentazione durante eventi e galà offerti da altri club.
I nostri amici di "Clic TRIEL" sono in prima posizione ed è con emozione e felicità che ho accettato l'onore di far parte della giuria per questa edizione 2020 della LUMIERE Cup.
Vi auguro tutti risultati meravigliosi ed entusiasmanti.